Povero Alfano, che si deve fare pe’ campà!

Berlusconi a 76 anni suonati molla quel poveraccio di Alfano che aveva raccolto 100.000 firme di sottoscrizione per la sua candidatura alle primarie (a proposito chi ha visto queste 100.000 firme?), e riscende per l’ennesima volta in campo. Afferma di volere volti nuovi nel partito, ma lui si è mai guardato allo specchio? E Alfano cosa farà? Risposta facile: lo seguirà come un agnellino, dimostrando ancora una volta di non avere un briciolo di dignità. Che si deve fare pe’ campà! Berlusconi è vecchio, suonato, con la faccia di plastica, rigommato come gli pneumatici usati, non si rende conto dell’età che ha, non si rende conto che l’Italia non ne può più delle sue trovate pubblicitarie, dei suoi sondaggi, delle sue invenzioni, delle sue bugie, delle sue offese alle donne. Fa decisamente pena, ma più di lui fanno pena quegli uomini e soprattutto quelle donne che non perdere i privilegi acquisiti grazie alla sua “magnificenza”, lo seguiranno in un’altra avventura che farà ancora male all’Italia. Berlusconi ha la capacità di inquinare la politica italiana come nessuno e con la sua mania di destabilizzazione vuole davvero male a questo Paese, un cattivo esempio da non seguire, un cattivo esempio per i giovani e per la società.  Deludente anche Maroni, pronto a prendersi i voti di Berlusconi in Lombardia. Mazzate elettorali in vista, sarà la fine politica anche di Maroni dopo quella di Formigoni.

Questa voce è stata pubblicata in Politica. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...