Legittimo Impedimento Denuclearizzato

Ne avevo parlato qui: https://inchanto.wordpress.com/2011/03/17/la-minestra-dellambiente/ e poi anche qui: https://inchanto.wordpress.com/2011/03/19/nostra-signora-dell-ipocrisi/ . Adesso il governo italiano rinuncia al nucleare con buona pace di coloro, che, a partire da tutti i ministri,  lo sostenevano sino a qualche settimana fa. Prima la moratoria, adesso la rinuncia definitiva. Ma cos’è cha ha spinto il governo a tale solerzia? Preoccupato per i cittadini? Preoccupato per la salute degli Italiani? Illuminato sulla via di Damasco e convertito all’ambientalismo? Macché, niente di tutto ciò. Hanno semplicemente capito che nonostante il referendum fosse stato appositamente fissato in un giorno in cui la temperatura media  sarebbe stata di 30 gradi centigradi, la gente sarebbe andata a votare lo stesso e si sarebbe raggiunto il quorum per la validità del referendum. Solo che assieme al nucleare sarebbero state spazzate via le leggi per la privatizzazione delle acque e soprattutto la legge ad personam del legittimo impedimento inventata dall’Avvocato Ghedini per salvare il culo flaccido del nano (parole della Minetti), i cui quesiti referendari sono previsti per la stessa tornata elettorale.   Il vero disastro nucleare  si sarebbe abbattuto sui processi di Berlusconi. Quindi il nano, più che denuclearizzare l’Italia ha pensato bene di denuclearizzare i suoi processi evitando di fare svolgere il referendum sul nucleare. E’ prevedibile infatti che senza la spinta del referendum sul nucleare il quorum non sarà raggiunto, così il Berlusca avrà modo di continuare a piazzare le sue riunioni del Consiglio dei Ministri e le missioni all’estero nei giorni scelti dai magistrati per le udienze dei suoi processi. Vi ricordate quando Berlusconi dichiarò che avrebbe usato le TV per convincere gli Italiani sulla bontà del nucleare? Alla faccia però, adesso che c’è da salvare  il suo culo il nano diventa  ambientalista ed eviterà così di spiegare ai giudici curiosi la sua ultima barzelletta, quella dei soldi dati alla “nipote di Mubarak” per “non farla prostituire”.

Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...