Cuffaro e Berlusconi

La Corte di cassazione ha stabilito definitivamente che Cuffaro ha favorito la mafia. Non voglio commentare la sentenza, se tre gradi di giudizio hanno stabilito ciò, evidentemente gli elementi raccolti durante i processi erano più che sufficienti per confermare l’impianto accusatorio. Certamente dal punto di vista politico Cuffaro è stato una rovina per la Sicilia, il cuffarismo non era un’invenzione ma un cancro che univa, in un abbraccio mortale per i siciliani, la politica e l’affarismo.
Cuffaro oggi si è costituito ed è entrato nel carcere di Rebibbia. Non so quanto tempo ci resterà, sicuramente non tutti i 7 anni che gli sono stati inflitti.
Qui tuttavia io vorrei sottolineare l’uscita di scena di un uomo che, abbandonata la spavalderia che lo contraddistingueva negli anni d’oro del suo governo, ha dimostrato una grande dignità nel momento finale del “redde rationem”. Da sempre aveva dichiarato che avrebbe rispettato la sentenza della magistratura e così ha fatto. Oggi, dopo la sentenza e prima di recarsi a Rebibbia, nemmeno una parola contro i giudici, ha chinato il capo e si è consegnato alla Legge.
Viene immediato il confronto con Berlusconi che al contrario si pone al di sopra della Legge, al di sopra dei Giudici e della Costituzione. Se mi fosse concesso di salvarne uno dei due, nessuno si scandalizzi, io salverei Cuffaro.

Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...