Berlusconi condannato, Governo Letta silurato

Ma roba da matti, anziché adeguarsi al nuovo clima di “pacificazione” (leggi inciucio) presente nel Paese, la Corte d’Appello di Milano conferma in secondo grado la condanna a Berlusconi nel processo sui diritti TV. Come se le sentenze dovessero adeguarsi al “clima” del Paese. A sentire le dichiarazioni dei maggiorenti del PDL doveva andare così, l’inciucione (inciucio-assoluzione) doveva essere servito e controfirmato dai giudici con un’assoluzione del caimano e non con la conferma dei 4 anni di galera e  l’interdizione dai pubblici uffici per 5 anni. Lo sappiamo tutti che Berlusconi non andrà in galera, figuriamoci se non arriverà la prescrizione o se in Cassazione non si troverà un cavillo. Su ciò non si accettano scommesse. Si accettano scommesse invece su quanto durerà il Governo Letta, chi è il folle disposto a scommettere che durerà più di 100 giorni?

Pubblicato in Politica | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Berlusconi Monti, a chi la spara più grossa

Che pena questa campagna elettorale italiana. Invece di parlare di programmi che probabilmente non hanno e se li hanno, sicuramente non corrispondono alle loro reali intenzioni se disgraziatamente qualcuno dei due dovesse andare al Governo, Monti e Berlusconi fanno la gara a chi la spara più grossa. Argomento principe, le tasse: entrambi le hanno aumentate come non mai ed entrambi adesso giurano che le abbasseranno. Credibilità zero, ma contano sulla creduloneria degli Italiani. Intanto il Paese va a pezzi, che Monti insegua Berlusconi sulle sue buffonate è veramente penoso, cosa non si fa quando ci si affeziona alla poltrona del comando!

 

Pubblicato in Politica | Contrassegnato , | Lascia un commento

Primarie sì, primarie no, il PDL dei cachi

Mentre il Pd festeggia il successo delle proprie primarie, il povero Alfano è costretto un giorno ad annunciare che le primarie si faranno e un altro giorno a smentirle in base all’umore e ai calcoli del tutto personali del suo datore di lavoro Berlusconi.  L’ultima notizia è che si faranno il 16 dicembre. Ma come si fa ad organizzare le primare in 15 giorni? Non v’è dubbio a questo punto che se si faranno davvero saranno farlocche, con numeri di partecipazione inventati e pseudo trionfalistiche adesioni di massa, tutto truccato: il PDL dei cachi!

Pubblicato in Politica | Contrassegnato , | Lascia un commento

Povero Alfano, che si deve fare pe’ campà!

Berlusconi a 76 anni suonati molla quel poveraccio di Alfano che aveva raccolto 100.000 firme di sottoscrizione per la sua candidatura alle primarie (a proposito chi ha visto queste 100.000 firme?), e riscende per l’ennesima volta in campo. Afferma di volere volti nuovi nel partito, ma lui si è mai guardato allo specchio? E Alfano cosa farà? Risposta facile: lo seguirà come un agnellino, dimostrando ancora una volta di non avere un briciolo di dignità. Che si deve fare pe’ campà! Berlusconi è vecchio, suonato, con la faccia di plastica, rigommato come gli pneumatici usati, non si rende conto dell’età che ha, non si rende conto che l’Italia non ne può più delle sue trovate pubblicitarie, dei suoi sondaggi, delle sue invenzioni, delle sue bugie, delle sue offese alle donne. Fa decisamente pena, ma più di lui fanno pena quegli uomini e soprattutto quelle donne che non perdere i privilegi acquisiti grazie alla sua “magnificenza”, lo seguiranno in un’altra avventura che farà ancora male all’Italia. Berlusconi ha la capacità di inquinare la politica italiana come nessuno e con la sua mania di destabilizzazione vuole davvero male a questo Paese, un cattivo esempio da non seguire, un cattivo esempio per i giovani e per la società.  Deludente anche Maroni, pronto a prendersi i voti di Berlusconi in Lombardia. Mazzate elettorali in vista, sarà la fine politica anche di Maroni dopo quella di Formigoni.

Pubblicato in Politica | Lascia un commento

Il ritorno del Caimano

Povero Alfano, conta meno della Santanchè. Già in precedenza avevamo scritto di Alfano, definendolo “un segretario che non è di un partito che non c’è”. Adesso che il nano di Arcore decide di tornare a candidarsi premier, il povero Alfano, anziché presentare le dimissioni da segretario del PDL, dichiara tra le lacrime che gliel’ha chiesto lui. Che brutta cosa vivere un’intera vita da servi, provo un sincero senso di pena per quest’uomo senza spessore, senza capacità, che ha rinunciato ad avere un pensiero libero e un po’ di dignità.

Pubblicato in Politica | Contrassegnato , | Lascia un commento

La Tv – Spazzatura non è cambiata

Gian Piero Alloisio – La strana Famiglia – Cover della canzone di Giorgio Gaber adattata ai programmi televisivi dei nostri tempi. La TV-Monnezza non è cambiata.. anzi è peggiorata!!!

Pubblicato in Musica | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Vauro, Berlusconi e Sarkozy.

Vauro… un genio!!!!!

Pubblicato in Politica | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Caimanera

La bella canzone di Robert Wyatt interpretata dalla bella voce di Brunella Selo

Pubblicato in Musica | Contrassegnato , | Lascia un commento

Dottor Trota, Laureato in Albania, Seconda Puntata

Dottor Trota, Laureato in Albania. Seconda puntata.

Repubblica pubblica un secondo articolo sulla Laurea albanese di quel genio del figlio di Bossi. E sì, le novità sono comiche:
a) c’era da immaginarlo, il dottor Trota non è mai stato in Albania.
b) il dottor Trota si è iscritto al corso di Laurea prima ancora di prendere il diploma in Italia (si sa quando i ragazzi sono geni, bruciano le tappe). Vabbè, non era riuscito a prendere il diploma in Italia perchè quei terroni di professori lo bocciavano ripetutamente, ma questo è un particolare irrilevante.
c) il dottor Trota voleva farsi riconoscere la sudata Laurea albanese anche in Italia, ma a qualche altro terrone  dell’Ambasciata è venuto qualche dubbio e ha rifiutato di validarla.
Ma no, che pensate? Che la Laurea albanese sia stata comprata e magari siete così malpensanti che sia stata comprata con i soldi del finanziamento pubblico alla Lega, cioè con i soldi dei contribuenti italiani? Se pensate questo siete veramente dei TERRONI!

Pubblicato in Politica | Contrassegnato , | Lascia un commento

Dottor Trota, Laureato in Albania

Non so è da ridere oppure da piangere: Cominciamo col piangere:  Il Trota, figlio prediletto di Bossi, a quanto riportato da Repubblica, (leggi l’articolo) ha preso la Laurea in Albania. Il diploma di Laurea è stato ritrovato dai magistrati inquirenti nella cassaforte dell’ex tesoriere della Lega Belsito assieme, guarda guarda, a quello di Pierangelo Moscagiuro, la guardia del corpo con ambizioni da cantante, nonché, come riportano i giornali, “compagno” di Rosi Mauro, vicinissima a Bossi e vicepresidente del Senato (espulsa dalla Lega perchè beccata con le dita nella marmellata). Insomma, se questi diplomi stavano nella cassaforte del tesoriere della Lega, se ne deduce logicamente che è stata la Lega a pagare i corsi di Laurea. E siccome i soldi della  Lega non sono altro che soldi pagati dai contribuenti per il finanziamento ai partiti, noi tutti abbiamo contribuito al titolo di dottore del Trota.

E adesso veniamo al ridere: sorvolando sul fatto cha laurea triennale di Bossi Junior sia stata conseguita in un anno, tralasciando il fatto che sicuramente il Trota per intervento divino si è  trasformato in un genio, che avrà frequentato l’Università e che si sarà certamente presentato agli esami (29 materie), quello che fa sbellicare dal ridere è che la Laurea è stata diciamo…. conseguita… in Albania, Paese notoriamente amatissimo dal Bossi padre assieme agli albanesi che qualche anno fa assalirono le coste italiane con imbarcazioni di ogni tipo e che secondo il Bossi-pensiero dovevano essere respinti con le armi.

C’à da sperare che dopo i durissimi studi effettuati, il Trota sappia parlare benissimo l’albanese, perchè, sinceramente, meriterebbe di andare a lavorare in Albania per il resto dei suoi giorni.

Pubblicato in Politica | Contrassegnato , , | Lascia un commento